loader

Pesaro

Screening during XXXFuorifestival, June 29th – July 8th 2016 in Pesaro-Italy.

Many thanks to the artists Participants:

Tabita Rezaire – Sorry for real – 16’58, 2015

Moufida Fedhila – Offside – 06’39, 2014

Emeka Ogboh  – [dis]connect II – 03’00, 2001

Alina d’Alva  – Toi et Moi – 03’54, 2014

Sydelle Willow Smith – Vecinos – 09’54, 2013

Betelhem Makonnen – I am a Mountain – 02’28, 2013

Francois Knoetze – Cape Mongo (Paper) – 06’17, 2014

Nathani Lüneberg – Dream from afar – 04’09, 2012

screen-pesaro  pesaro-2  pesaro3

 

 

 

 

pesaro4pesaro-5

“XXX Fuorifestival – Arte, video e altre culture” è una rassegna di arte contemporanea nata con l’intento di proporre una nuova modalità di valorizzazione del territorio, realizzando nel cuore della città una rete di eventi multimediali e installazioni artistiche in spazi pubblici e privati, che coinvolgano il tessuto cittadino.

Spettacoli di videoarte, sound-art e performances multimediali a stretto contatto con il pubblico coinvolgono spazi museali, esercizi commerciali e location temporanee prima e durante i giorni della “Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro”.

L’iniziativa desidera sperimentare una nuova forma di manifestazione, che sappia essere un laboratorio dedicato alle nuove forme artistiche contemporanee. XXXFuorifestival prevede, a questo scopo, l’organizzazione di scambi culturali e progetti site-specific con importanti realtà italiane ed internazionali come enti e musei, fondazioni e gallerie d’arte, scuole e associazioni culturali.

Il progetto interagisce con la città sviluppandosi attraverso strade e piazze, per farne un vero e proprio percorso di eventi culturali. La rassegna si rivolge in questo modo al pubblico della città e ai suoi turisti, rendendoli partecipi del processo artistico, nel segno dell’incontro e dello scambio fra persone, culture e generazioni.

XXX Fuorifestival è lʼoccasione per rivolgere il proprio sguardo al futuro, vivendo la città nel presente.

 

xxx_profilo-05

© 2013-2016. All rights reserved. Videonomad